Quel Silenzio che copre Le Mafie

Ho parlato svariate volte di mafie su questo piccolo spazio. Credo sia opportuno farlo anche in questi giorni. Perché è cosa certa che le mafie sono in grado di trarre vantaggio anche dall’oblio nel quale sembrano esser cadute a causa dell’emergenza coronavirus. Il silenzio è sempre stato un fedele alleato di ogni forma di organizzazione criminale. La delinquenza organizzata, da che mafia è mafia, si è sempre giovata di occhi che non vedono, bocche che non parlano e orecchie che non sentono. L’assenza di notizie e di dibattito sul tema potrebbe favorirle. Così come le forti limitazioni poste all’attività giudiziaria. La storia insegna che le mafie sfruttano le emergenze per crearsi occasioni di affari lucrosi. Ricorda Roberto Saviano che, a seguito dell’epidemia di colera che colpì la città di Napoli nel 1884, la camorra aggredì i fondi stanziati dal governo tanto che lo storico Pasquale Villari ebbe a commentare: “Meglio il colera del risanamento.” Le mafie, in questi anni, hanno reinvestito i proventi delle attività criminali in imprese che gestiscono mense, pulizia, disinfezione, ciclo di rifiuti, trasporti, pompe funebri, distribuzione di petroli e generi alimentari. Son dunque pronte a cavalcar l’emergenza del coronavirus e a trarre frutto del loro brigare, chiudendo il cerchio (va detto chiaramente in senso tecnico-giuridico) delle loro attività di riciclaggio. Hanno accumulato scorte di stupefacenti da piazzare a prezzi stellari. Probabilmente la smerceranno anche attraverso quei pusher che, non potendo bazzicare davanti a scuole e atenei, si potrebbero confondere nelle code di supermercati e farmacie. Continueranno a sfruttare il lavoro nero dei migranti nei campi. Nel contempo diffamandoli, attraverso canali occulti, incontrollati o pilotati ad arte da fazioni politiche di stampo razzista. Diffondendo improbabili leggende al fine di renderli ancor più abbandonati, reietti e, pertanto, più deboli e ricattabili. Non cadiamo in queste trappole. La delinquenza organizzata trova sempre, nel mondo della politica, della comunicazione, dell’economia e della finanza qualcuno che gli tenga bordone.  Perciò dobbiamo essere consapevoli che le mafie continuano a esistere e a lucrare anche ai tempi del coronavirus. Questo non va dimenticato e, tanto meno, messo sotto silenzio. 

Nell’immagine introduttiva, un dipinto di Johann Wenzel Peter (1745-1829) Musei Vaticani.   

10 risposte a "Quel Silenzio che copre Le Mafie"

Add yours

    1. D’accordo e anche la cronaca non dovrà distrarsi. La malavita organizzata continua ad operare nonostante il virus. Non pochi hanno violato i limiti alla circolazione per andare a spacciare sostanze stupefacenti. L’opinione pubblica deve continuare ad essere informata su queste cose e anche sulle attività di riciclaggio che saranno sicuramente tentate in questo periodo.

      "Mi piace"

    1. Proprio per questo dovrebbero esser fatti controlli più pressanti. Di solito evitano di usare mezzi tracciabili. Credo che ci vorrà massima attenzione nel controllo dei flussi di denaro contante. Molti movimenti, in questo periodo, potrebbero essere non giustificati visto il blocco delle attività. Non bisogna concedere opportunità alla delinquenza organizzata. Un caro saluto a te.

      "Mi piace"

    1. Piu che altro vanno applicate tutte le leggi e le procedure dettate dallo Stato in materia di lotta alle mafie e al riciclaggio. In Italia ci sono. Altri paesi non ancora capito bene di cosa si tratta. Non bisogna abbassare la guardia. Un saluto a te carissimo.

      "Mi piace"

    1. C’è gente che, sicuramente, ha contante accumulato in casa. Con tutta probabilità si tratta di “nero”. In altri casi potrebbe esserci dietro qualcosa di peggio. Potrebbero tentare il versamento nelle banche per ridurre gli accumuli e metterli in sicurezza fornendo giustificazioni poco credibili agli operatori. Banche , Forze dell’ordine e Magistratura dovranno vigilare. È l’occasione buona per eliminare il contante che, nell’era degli strumenti telematici tracciabili e dei pagobancomat, è obsoleto. Mantenerlo vuol dire favorire evasione e mafie. Grazie Miki. Buona serata.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: